Archivio per novembre, 2009

su con la vita!! ;)

Posted in Senza categoria on 21 novembre 2009 by okkidolcigirl

prefazione….

La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.

Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete tracchete il trauma è già bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno.
Poi ti dimettono perchè stai bene, e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione, e te la godi al meglio.
Col passare del tempo, le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono.
Poi inizi a lavorare, e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.

Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare.
Poi inizi la scuola, giochi coi gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene.
Gli
ultimi 9 mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto
riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa
i coglioni.
…E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo!


WOODY ALLEN


mi rendo conto che per molti di voi leggere queste cose non sarà facile.
ebbene siamo qui oggi per svelare al mondo la vera,cruda e fredda verità sulla nostra vita!
un giorno mamma e papà decisero di non uscire…quindi da buon intenditore vostro padre ha aperto lo spumante, ha messo un po d buona musica (no no..che avete capito..allora non c erano LE VERONICAS !quindi usate l immaginazione -___-° ) ha steso vostra madre sul letto e ha fatto in modo che la sua semina comportasse qualche frutto. dopo ben 9 mesi tortuosi di dolori e nausee premattutine vostra madre ha avuto le cosiddette doglie.
ebbene, nn è stato un inferno come molti film descrivono. ma si, vi dico , e qst è rivolto a tutte le donne incinte che stanno leggendo: a mia madre le si ruppero le acque,lei in preda alle doglie ha voluto fare lo shampoo e anche stirare qualche vestito, cosi da portarsi qualche maglietta carina all ospedale!
mentre vostra madre urlava perchè la vostra testolina le stava distruggendo l’utero
vostro padre ha cominciato a chiamare amici parenti e vicini
senza contare la crisi nevrotica che avrà avuto per il grande dubbio amletico: IL NOME.
vostra madre nn avrà sofferto piu d tanto ma sarà stata piu  che altro ossessionata dal marito in preda a una vera e propria crisi di nervi
immaginatevi la scena
“cara t fa male?? ti fa male?? dove ti fa male? vuoi che abbasso il finestrino? aspetta ora ti abbasso il finestrino! ti abbasso il finestrino? va bene se ti abbasso il finestrino? ma ti fa male? MA RISPONDIMI!! XKE NON MI RISPONDI?? CARA TI FA MALE???”
e guardando il cielo lei avrebbe voluto rispondere ” NO CARO è piacevole, credo che la prossima settimana vorrò rifarlo!!”

ci siamo…sono entrati in ospedale: si preannuncia un periodo di pace, un momento indimenticabile per la vita di entrambi i vostri genitori: AH! SI ! LA VITA!:

…ECCO COME IN REALTà è ANDATA…

mentre in sala parto vostra madre cercava di dare alla luce quell essere che avrebbe gridato come un fossennato sguaiatamente durante le prossime lunghe e tante notti di vita (O solo 29 se la madre è insofferente ai bambini, alla ANNAMARIA FRANZONI) vostro  padre nn faceva altro che girare e rigirare per il corridoio seguendo il consiglio del medico di restare fuori…l ostetrica non aveva pranzato e così mugugnando come un lupo feroce a cui nn avevano fatto sbranare un agnello, vi esortava ad uscire al piu presto da quel dannato buco di vostra madre. ELLA sentendo da un orecchio le esortazioni del medico, le lamentele dell ostetrica e RIPENSANDO all ossessione della suocera per chiamare la/il primogenito/a “PETRUNIO/A ” come il nonno,  COMINCIAVA  a bestemmiare tutti i santi possibili e immaginabili, ma improvvisamente ecco che VOI…voi bambini del cacchio vi siete decisi a uscire da quello che era il posto decisamente piu bello di tutti..
usciti da lì vi rendete conto
di aver perso : LIBERTA’, SICUREZZA, CORDONE OMBELICALE (qsto vale solo per le ragazze dato che i maschi tendono a staccarsi da questo
dopo e non prima i 40 anni)
MA SOPRATTUTTO..IL BENE DI TUTTI

quando t trovavi nel pancione della mamma tutti ti incitavano ad uscire, ti cantavano filastrocche e sentivi dal ventre materno tante voci amorevoli
tutte rivolte a te.
ti dicevi “cacchio quando esco da qui ….AGGIA SCASSA’ TUTT COS !! sarà una vera pacchia!! tutti mi vogliono, tutti mi amano!”


ecco….qst è la cazzata piu grande che abbiamo pensato tutti mentre ci trovavamo li dentro….si…quel posto c ha viziati talmente che usciti da li non sapevamo piu nemmeno chi fossimo , e tutte le nostre speranze e i buoni propositi sono andati a puttane.
a cominciare dal dottore
tu esci da li, ti presenti “buongiorno io sono uno spermatozoo evoluto e..”  SCIAFFFFFFF!!! ( uno schiaffo ti colpisce in pieno)
cominci a piangere,a  bestemmiare Dio e chi ti ha fatto uscire da quella sorta di luogo di amore ossessivo che era la PANCIA DELLA MAMMA.

improvvisamente usciti da li
diventate stronzi come tutti gli altri
siete considerati l’ennesimo essere umano da dover : sfamare, pagare ,vestire ,addormentare,
a 8 anni cominci a guardare le ragazzine e loro ti schifano
così t rinchiudi in camera a giocare con il nintendo 17 ore su 24.
la tua vita sociale non ha sfoci.
a 12 ti fai la prima pugnetta e la prima canna. cosi cominci a ritrovare la fede in dio.
dai 16 in poi i tuoi ti ossessionano con l argomento SESSO come TABù
e alla prima sbronza in discoteca ti scopi una ragazza cessa ma tanto CESSA che mai e poi mai avresti voluto vedere senza “sciarpa” perkè altrimenti le si vedeva il doppio mento brufoloso.
dai 18 tuo padre ti ripete costantemente che sei un fallito,e che non porti a casa quella cosa tanto preziosa kiamata “denaro” ,così abbandoni per disperazione gli studi e lavori  55 anni per la  stessa impresa edilizia: ti alzi alle 6,lavori tutto il giorno e l’apice della giornata lo raggiungi con il panino che t prepara tua moglie,col prosciutto crudo e mozzarella, ,LO STESSO di ogni singolo giorno…..tornato a casa ti aspetta il solito minestrone, e le solite lamentele di una mamma che nn sa piu indossare un vestito da sera perchè troppo desolata e impegnata
a crescere i VOSTRI BEI 4 FIGLI.
questa VITA SPLENDIDA E AVVENTUROSA va avanti così per circa 90 anni, dove su un letto ti spegni con attorno le persone a te piu care
che nn appena chiuderai gli occhi si prenderanno a legnate per la tua EREDITA’! tutti i frutti dei tuoi sacrifici andranno a qsti perfetti sconosciuti che ti hanno comprato una bara da 100 euro..
e tu con un tubo in bocca in un letto d ospedale senti la docile voce della tua primogenita “tanto dovrà essere sepolta sottoterra..che ce frega??”
giusto per renderti piu diretto l’approccio con la morte.


fai fatica ad abituarti che stai x condividere il tuo corpo con i vermi
ma improvvisamente anke l ultimo respiro t abbandona , chiudi gli occhi e dopo 10 anni nessuno parlerà piu d te.


e come se nn bastasse ?

NON RINGRAZI NEMMENO DI ESSERE NATO!



“ma com è bella la vita…”  😉
LA VOSTRA cara Manuela…. 😉


Annunci

e tu? conosci te stesso?

Posted in Senza categoria on 11 novembre 2009 by okkidolcigirl
qualcuno m ha chiesto il perchè del mio messaggio personale.
"my life …a big lie..duplicity"

fino ad oggi ho preferito non parlarne.
fino ad un’ora fa ho preferito soffocare questo respiro di sincerità
che voleva fuoriuscire dal mio ego.
un’ora fa ho preferito guardarmi allo specchio. posare su un tavolino trasparente,
 per tre minuti e mezzo la maschera che indosso da sempre.

ho visto un corpo.e come molte volte accade..ho intravisto
un’anima.

"la sua mente è un ciclo di venti ke si alternano. ci sono venti ,tanti venti…freddi ,ma anche caldi.
attraverso questo ciclone volano tanti pezzi d
ella sua personalità , del suo carattere,
del suo cervello, che fa  PENSIERI VIOLENTI ,ASSURDI, BLASFEMI E AD UN PASSO DAL TRASCENDENTALE..



ormai si è formato un turbine. e queste schegge, che senza una direzione…continuano a volteggiare…sono accettate solo in parte da quest anima.anzi LEI..ha IMPARATO ad accettarli..e cammina saltellando x calpestare ed evitare tanta merda che ha costruito attorno a sè. spesso urla,ride, gridando con una frago
rosa risata …vuole urlare al mondo quel suo breve e sincero…momento di gioia.


 x riuscire ad accettare,pur parzialmente, se stessa..ha eliminato
ipocrisia
falsità
vanità
e "quella superstitio"
quella fede
religiosa
nata come un dovere
un obbligo
che spesso porta ancora piu confusione.piu costrizione di quanto noi già nn soffriamo.
Per quanto le riguarda, in questa umile,unica e certa…vita,
cerca "se stessa", e vuole arrivare dove altre anime magari nn riescono a porgere lo sguardo. vuole raggiungere la felicità.

vuole a tutti i costi
penetrare nella mente della gente

riesce a far sorridere. ma
non fa quello che VORREBBE fare. non si mostra come QUELLA CHE E’ e non si pone con le persone allo stesso modo.
Riesce a far credere alla gente quello che desiderano, quello che vogliono da lei.
Riesce a plagiare e forse controllare determinate anime,e i cuori che le vengono offerti.
solo per il piacere di farlo?
no.
la gente per lei ha bisogno d aiuto.
la gente non sa vivere e cerca in ogni parte del mondo una certezza.
quello che nessun uomo ha.
uomini e fanciulle,  cercano un sorriso,
cercano amore…l’unico perno attorno al quale gira l’intero universo.

quest anima pensa che tutta la sua vita sia un’ eterna menzogna
perchè non riesce a smettere di vivere dentro un film
e anche se volesse non ci riuscirebbe
finisce sempre per piangere a comando
e ridere anche quando tutto le crolla addosso
le vengono spesso in mente le parole d un grande maestro
"fate conto che la vita sia una colossale commedia,
 la piu grande,favolosa,e sublime di tutte…
aprite i vostri sipari, ed entrate in scena…"

ed ora?  non riesce ad essere sincera nemmeno con se stessa
parlando di omicidi allo specchio
e sognando
ora gli angeli che volano in cielo
ora i demoni che lacerandole il petto, le  introducono  il cuore rovente di lucifero…

spesso si parla di simpatia.
nn è simpatica.
è divertente il che è diverso.
semplicemente riesce ad essere ironica ,
spesso cinica nei momenti giusti e ottimista nei momenti tristi…

diverte la gente…le viene spontaneo
 vuole emanare gioia,
un po d colore sugli altri. renderli…parte della sua voglia di essere felice. ma questo nn vuol dire che lo sia!

dentro d sè
ha un oscuro che nessuno immagina ma che tutti hanno.
e quando viene fuori
spazza via tutto.
quando viene fuori diventa la persona piu triste, ignobile, delirante e deprimente
di qualsiasi pianto!

OLTRE i colori vivaci ..quest anima possiede un nero bacio sanguinante…un sussurro.
quella straziante vocina della desolazione
della "triste verità"
a volte colpisce il suo udito
e i suoi occhi , un pò come tutti…lacrimano.

la sua oscurità quindi esiste
semplicemente è minore rispetto alla solarità.
c’è sempre un goccio di amaro nei suoi occhi
pronto ad essere nascosto con un battito impercettibile di ciglia…
c’è sempre un consiglio pronto da poter dare
una mano da poter porgere
un bacio da poter donare
e una lama affilata pronta per colpire chi crede maligno.
questo, questa voglia di punire e vendicarsi contro la cattiveria
la rende misera come tutti gli altri.
misera, perchè noi non abbiamo il diritto
nè la capacità di giudicare cosa sia malvagio e cosa buono.

in realtà c’è una formula per sintetizzare tutto questo

pone queste maschere nel cassetto che richiama l’eco di tutta la sua vita

la gente bussa:

un altro volto alla porta =  altra maschera da indossare.

questa non è vita, questo è vivere in funzione di chi si ha davanti ai propri occhi.

dicono che quest anima sia fragile
una foglia troppe volte sbattuta da un vento nemico e avverso
che cerca di stare radicata al ramo da cui penzola
un attacco morboso
ma d’altra parte pensa a come sarebbe lasciarsi trasportare da un vento buono
e volare…
senza aver bisogno di qualcuno sotto che soffi un pò"

e tu? conosci te stesso?